rai radio televisione italiana

#RaimondoVianello

Raimondo Vianello​ (Roma, 7 maggio 1922 – Milano, 15 aprile 2010) è stato un attore, conduttore televisivo e sceneggiatore italiano.

Durante la sua carriera, iniziata alla fine degli anni quaranta, ha lavorato a lungo per il cinema, come attore comico in numerose pellicole e sceneggiatore di diversi film, per poi divenire un conduttore televisivo di noti varietà, dapprima in RAI (Un due tre, Tante scuse) e in seguito in Mediaset (Attenti a noi due), per poi cimentarsi nella conduzione di quiz televisivi (Zig Zag) e programmi sportivi (Pressing).

Particolarmente prolifici sono stati i sodalizi artistici con Ugo Tognazzi, con il quale negli anni cinquanta ha girato diversi film e condotto il varietà Un due tre, e in particolare con la moglie Sandra Mondaini, con la quale dagli anni sessanta ha realizzato gran parte dei varietà e diversi film. Gli ultimi decenni di attività della coppia sono stati caratterizzati dalla sitcom Casa Vianello, andata in onda per circa vent’anni.

Insieme a Mike Bongiorno e Corrado è considerato uno dei padri fondatori della televisione italiana

Raimondo Vianello (7 May 1922 – 15 April 2010) was an Italian film actor, comedian, and television host. He was a well-known Italian television personality.

He was born in Rome, but spent his youth in Pula, where his father, Admiral of the Regia Marina directed the local naval academy.

During World War II, he joined the Italian Social Republic, the fascist puppet state established in northern Italy after the Allied invasion of Italy. He was captured by American troops. In 1958 he met actress Sandra Mondaini, whom he would marry four years later, and with whom he frequently appeared in TV shows during his whole career.

His first famous partner on the small screen was Ugo Tognazzi with whom, starting from 1954, he hosted the satyrical show Un due tre; the show was halted in 1959 after the duo performed an ironical sketch about the then-president of the Republic, Giovanni Gronchi. Vianello then moved full-time to cinema, appearing in a total of 79 films between 1947 and 1968. In the 1970s he returned to RAI (the Italian state broadcasting company, then the only one existing) with a series of Saturday shows which made him and Mondaini extremely popular as hosts and authors of sketches. During his TV career Vianello also hosted quiz shows, such as Zig Zag and Il gioco del 9 on Canale 5; he also hosted the 1998 edition of the Sanremo Music Festival and, from 1991 to 1999, Pressing, Mediaset’s Sunday night sports talk show.

 

raimondo vianello W b 4067-001

 

#GiulioMarchetti

Giulio Ascoli-Marchetti (Barcellona, 9 giugno 1911 – Roma, 1º dicembre 1993) fu un attore italiano di teatro e cinema, nonché conduttore televisivo.

Nato in Spagna, ma presto trasferitosi in Italia, proveniva da una famiglia di artisti. Il bisnonno era il celebre compositore Filippo Marchetti ed il padre Adriano era direttore artistico di operette e riviste. Compiuti gli studi a Bologna, iniziò a frequentare il palcoscenico, divenendo un attore di varietà; negli anni quaranta approdò al mondo della rivista e successivamente a quello del cinema, ma sempre con parti di secondo piano. Grande popolarità arrivò con Giovanna, la nonna del Corsaro Nero, sceneggiato televisivo andato in onda dal 1961 al 1966, in cui Giulio Marchetti rivestì il ruolo del maggiordomo Battista, recitando accanto alla coppia Anna Campori – Pietro De Vico.

Ininterrottamente dal 1965 al 1977 condusse l’edizione in italiano del programma televisivo Giochi senza frontiere, competizione agonistica fra città di alcune nazioni europee, e la versione natalizia Giochi sotto l’albero dal 1971 al 1975. Fu pure telecronista per la RAI (fino al 1978) del Concerto di Capodanno di Vienna trasmesso in Eurovisione in quanto era conoscitore oltre che della lingua spagnola anche di quella tedesca.

Nel 1975 prese parte allo show televisivo Macario uno e due al fianco di Erminio Macario.

giulio marchetti004